GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LOTTA ALL’HIV 

da | Gen 20, 2023 | argo

I primi casi di Aids furono scoperti nel 1981, da allora sono stati fatti moltissimi passi avanti, ma c’è ancora tanto da fare sia nelle prevenzione sia dello stigma sociale.

Oggi l’HIV può essere diagnosticato tempestivamente e sebbene non esista ancora una cura che consenta la guarigione completa dall’infezione, ci sono terapie efficaci in grado di tenerla sotto controllo. Questo significa un enorme cambiamento in positivo nella vita di chi ne è affetto. Ciò che ancora deve cambiare invece è il pregiudizio e la poca informazione. Se si seguono le terapie correttamente e si adottano le giuste precauzioni l’IHV può essere contrastato. Una dei dubbi più frequenti è rispetto alla possibilità di trasmissione verticale, in cui una madre sieropositiva può trasmettere al nascituro il virus durante la gravidanza, il parto o l’allattamento al seno. Ma se una madre adotto le adeguate misure come ad esempio: la terapia idonea, parto cesareo, allattamento artificiale e terapia del neonato, la possibilità si riduce a < 1%.

Non abbiamo paura a priori di ciò che non conosciamo, informiamoci e diamoci la possibilità di scoprire che ci sono diversi modi di affrontare una difficoltà.

Riferimenti utili: Telefono verde Aids e infezioni sessualmente trasmesse 800861061

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serve aiuto? Contattaci